Navigazione veloce

Storia

La storia della nostra associazione


L’Atletica Amatori Lauria viene fondata circa dieci anni fa da Michele De Clemente insieme ad altre “vecchie glorie” dell’atletica lauriota come Vito Sisinni e Biagio Pastoressa, affiliandosi alla Fidal in data 1.4.1993.
Nasce dalla voglia di gente un po’ avanti con gli anni, da punto di vista prettamente agonistico, che amavano incontrarsi la domenica mattina per sgambettare insieme sulla pista di atletica che dopo un ventennio di attesa, era disponibile per chì aveva voglia di correre.
Il Club battezzato “Atletica Amatori Lauria” diviene presto uno dei momenti di aggregazione nel contesto cittadino ed un punto di riferimento per tutti coloro che, per vari motivi, non avevano potuto praticare sport in età giovanile o che avendolo praticato se ne erano allontanati o che semplicemente volevano passare un po’ di tempo insieme agli amici.
Michele De clemente è stato il primo presidente della società che si reggeva e si regge tutt’ora sulle quote societarie versate dagli stessi atleti che sono anche soci. e che fino al 1996 si sono aggirati intorno ad una diecina di elementi (Di Cunto Raffaele, Pastoressa Biagio, Ielpo Gennaro, Scaldaferri Pietro, De Clemente Michele, Rossino Mario, Manfredelli Nicola, Sisinni Vito, Ferrari Biagio, Di Lascio Domenico).
Dall’anno successivo, 1994, De Clemente abbandona la presidenza della società a favore di Gennaro Ielpo che ne è stato il presidente fino ad oggi.
Fino al 1996 l’attività della società è molto ridotta e si esaurisce nella partecipazione a qualche campionato provinciale e regionale di categoria ed a qualche stracittadina nei paesi limitrofi (Nemoli, Lagonegro).
Il 1996 è però anche il battesimo per la partecipazione per la prima volta di due atleti (Pietro Scaldaferri e Raffaele di Cunto) ad una gara di maratona: Napoli – Pompei (16.12.1996).
Nel 1997 si assiste ad un’inversione di tendenza nell’attività della società che persegue l’imperativo di rendere assidua la partecipazione degli atleti amatori di Lauria a tutte le competizioni più importanti che, nel panorama regionale, interregionalee nazionale, vengono riservate alle categorie “amatori” (da 23 a 39 anni) e “Senior/master” (over 40 anni).
Il 1997 si segnala come un’annata particolarmente proficua visto che l’atletica amatori Lauria schiera i suoi uomini in tutte le manifestazioni più caratteristiche della stagione e raccoglie risultati più che apprezzabili.

Il 19 gennaio a Tito Scalo Pietro Scaldaferri conquista il titolo di Campione Provinciale di Cross per la categoria amatori e dopo 14 giorni si piazza 6°, con un buon riscontro cronometrico, ai campionati regionali di Montescaglioso.

Il 16 marzo una numerosa squadra partecipa alla prestigiosa maratona internazionale della Città di Roma. A Gennaro Ielpo ed a Pietro Scaldaferri si aggiungono Pietro Cantisani, Pietro Carlomagno e Raffaele Di Cunto che con le sue 60 primavere è il membro più anziano della società. L’obiettivo della vigilia viene centrato in pieno: tutti e cinque gli atleti tagliano il traguardo posto a 42.195 metri dalla linea di partenza e concludono la gara.

Nel mese di aprile l’atletica amatori partecipa in casa propria al campionato regionale di corsa su strada ottenendo discreti risultati (4° posto nella classifica a squadre).
Nel periodo compreso tra la seconda metà di aprile e la prima metà di novembre gli atleti laurioti figurano tra i concorrenti di numerose stracittadine. Le loro scarpette macinano chilometri percorrendo le strade di Nemoli, S.Costantino di Rivello, Brienza, Tursi, S.Giovanni a Piro, Crosia, Matera, dove partecipano al “giro dei sassi” e soprattutto a Lauria dove partecipano in massa alla 5^ edizione della “Stralauria”.

Il 1997 è anche l’anno della 1^ edizione della Maxi Staffetta 24h x 1 Km. che, nata da un’idea di Vito Sisinni, viene realizzata insieme al Club Atletico Lauria ed all’Atletica Fenminile Seda di Lauria e che vede la partecipazione di 228 persone che si cimentano nel percorrere il chilometro di corsa prima di passare il testimone al concorrente successivo.

Un’altra importante maratona attende gli infaticabili atleti dell’Amatori Lauria il 30 novembre. Si tratta della “Firenze marathon” ed accanto ai volti noti di Pietro Scaldaferri, Pasquale Favieri (forte atleta di Praia a Mare tragicamente scomparso lo scorso anno in un incidente nei cieli di Scalea) e Raffele Di Cunto, si riconosce, per la prima volta nella stagione, quello di Nicola Manfredelli. L’ultimo appuntamento stagionale (14 dicembre) è quello rappresentato dalla 1^ prova lauriota dei campionati provinciali di Cross amatori e senior/master. Questa volta, sul proprio campo, l’atletica amatoriale cittadina non tradisce le attese, anzi fa letteralmente il vuoto dietro di sé. Ambedue le squadre si fregiano del titolo di Campioni Provinciali ’98 delle rispettive categorie (amatori e Senior/master); Pietro Carlomagno si laurea campione provinciale ’98 nell’individuale amatori strappando il titolo al campione uscente Pietro Scaldaferri che conclude al secondo posto e Vito Sisinni conquista il titolo di campione Provinciale ’98 nell’individuale senior/master davanti ad un Pasquale Favieri, splendidamente secondo.

Questa splendida annata costituisce un ottimo trampolino di lancio per la società in termini di immagine e promozione che dal 1998 a tutt’oggi tessera un numero di atleti che varia da 35 a 40.

Gli atleti tutti gli anni partecipano a numerose gare di maratona, mezza maratona, stracittadine, in ambito regionale, interregionale e nazionale.
Fiore all’occhiello la partecipazione di tre atleti (Di Lascio Vincenzo, Filardi Mimmo e Di Cunto Raffaele) alla maratona di New York (novembre 2001).